Raoul Bova, avete mai visto i figli? Tali e quali a mamma Chiara

Raoul Bova è uno degli attori più amati ed importanti degli ultimi 30 anni, protagonista di tanti film e serie TV di successo, tra cui la fiction Buongiorno mamma andata in onda su Canale 5 lo scorso anno.

Raoul Bova
Raoul Bova – donnapress.it

Della sua carriera si conosce parecchio, si sa poco invece della vita privata. Raoul Bova nato il 14 agosto 1971 papà di 4 figli, sposato con Chiara Giordano figlia dell’avvocato Annamaria Bernardini de Pace.

Da lei ha avuto due figli Alessandro Leon e Francesco. Dopo la fine del matrimonio con Annamaria si fidanza con Rocio Munoz Morales e diventa papà di altre due figlie Luna e Alma.

Luna nata nel 2015 e Alma nata il 3 novembre 2018. La piccola somiglia tantissimo alla mamma.

Raoul Bova, il rapporto tra i figli

Per quanto riguarda i due maschi Raoul Bova pubblica spesso sui social foto insieme a loro. Salta all’occhio che i due giovani sono due splendidi ragazzi, molto diversi tra loro esteticamente ma che hanno tanto in comune con Rocio, sembrano i suoi fratelli. Alessandro Leon ha la barbetta ed il capello riccio e folto, Francesco invece ha dei lineamenti delicati, molto più simili al padre. La bellezza è proprio identica a quella del loro papà, da sempre uno degli uomini più desiderati sia dalle donne che dagli uomini.

Raoul Bova-Donnapress.it
Raoul Bova-Donnapress.it

Alssandro Leon è molto riservato, ha un profilo Instagram privato, si è iscritto al social senza utilizzare il cognome del padre. A proposito di ciò spesso Raoul Bova ha spiegato che i figli non vogliono fare i raccomandati tanto che fino a qualche anno fa avevano chiesto di mantenere segreto il cognome. E’ stato Raoul a spiegare loro che adesso sono fortunati perchè vivono in una condizione agiata, ma un giorno quando rimarranno da soli, dovranno guadagnarsi da vivere facendo qualunque cosa. Alessandro è appassionato di arte ed è a quella che dedica il suo tempo libero. Tra i 4 figli oggi c’è rispetto ed amore, la loro famiglia è una famiglia allargata ma soprattutto libera. I ragazzi e le bambine si incontrano soltanto quando ne hanno voglia. Sono felici, si stanno conoscendo piano piano e senza forzature. Hanno imparato a volersi bene, ci saranno sempre l’uno per l’altra.