Al Bano ha un figlio che non lo chiama “papà” | La struggente verità

Al Bano, uno dei cantanti più famosi in Italia ma anche all’estero si racconta spesso ai giornali e nelle varie trasmissioni parlando della sua famiglia.

Al Bano
Al Bano – donnapress.it

La famiglia di Al Bano non è una famiglia tradizionale, è una famiglia allargata a suo modo sempre unita. Ad esempio nella nostra cultura, tradizione vuole che i genitori siano chiamati dai figli Papà e Mamma. In realtà non tutti hanno quest’abitudine per quanto possa sembrare strano.

Qualche figlio li chiama per nome e solitamente si pensa sia perché c’è qualche faida familiare. Yari Carrisi ad esempio non chiama papà Al Bano da anni. Molti hanno chiesto quale fosse il motivo ma la causa non è mai stata svelata davvero.

Quasi tutti i giornali parlano da sempre dei Carrisi e delle loro vicende che sono di grande interesse pubblico. Romina Power e Loredana Lecciso hanno contribuito a far sì che Al Bano fosse sempre al centro delle discussioni e sulle copertine dei giornali di gossip. Non è da meno Yari secondogenito del cantante e di Romina Power.

Al Bano, il rapporto con il figlio e l’amore per la famiglia

Per quanto possa ancora sembrare un giovanotto Yari Carrisi ha 50 anni e come i suoi genitori fa il musicista. È affermato e conosciuto per essere lo spirito libero della famiglia. Ama viaggiare e preferisce non stabilirsi in un luogo fisso. A causa della pandemia lo ha dovuto fare, sia lui che mamma Romina vivevano all’estero da anni. Prima dell’emergenza sanitaria Romina era fissa in California, lui viaggiava sempre ma quando doveva fermarsi sceglieva l’India. A seguito del covid si sono stabiliti entrambi in Italia forse addirittura nella stessa casa di lui, a Cellino San Marco. Voci di corridoio dicono che dopo una breve convivenza Romina si sia spostata in un’altra casa.

Al Bano
Al Bano-Donnapress.it

Il rapporto tra loro è profondo come d’altronde anche con papà Al Bano, che però Yari chiama per nome. È stato Yari in una recente intervista a chiarire a Mara Venier di chiamarlo per nome non per litigi o screzi ma per questione di abitudine. Yari ha sofferto più di tutti a causa della separazione dei suoi genitori avvenuta tanti anni fa. Ha provato tante volte a farli riavvicinare ma ogni tentativo è stato vano.