Basilico, se lo innaffi in questo modo lo fai marcire: il trucco del giardiniere per averlo rigoglioso

Basilico, è una delle piantine sempre presenti su qualunque davanzale, comodo e profumato non può mancare ma non tutti sanno come prendersene cura nel modo corretto.

Basilico
Basilico – Donnapress.it

In questa stagione il basilico è protagonista di molti piatti estivi e fresche insalate viene preferito a quello essiccato o surgelato, perché se lo si compra imbustato dopo un paio di giorni perde la sua freschezza e annerisce. Inoltre non lo si può negare ma quello fresco ha tutt’altro sapore e profumo.

Raccoglierlo direttamente dalla piantina, lavarlo ed usarlo è probabilmente più problematico soprattutto se si deve uscire sul balcone o salire in terrazza o addirittura scendere in giardino. Sarebbe molto più comodo aprire il cassetto del frigorifero e prenderne una foglia ma il gusto è totalmente diverso.

Quando si vede una piantina ricca di belle foglie verdi si pensa sia una piantina immortale, in realtà le foglie grandi verdi non sono affatto una garanzia di lunga vita. Tutte le piantine, anche quelle dall’aspetto perfetto vanno curate perchè possono ingiallire all’improvviso, annerire, marcire.

Basilico, ecco come prendersene cura per far sì che duri tanto tempo

Per prendersi cura del basilico bisogna non essere esperti ma quasi, perchè tutto ruota intorno a come e quanto lo si innaffia. Non bisogna farlo quando ci si ricorda ma almeno due volte al giorno quando c’è caldo. Intanto come prima cosa bisogna posizionare il basilico in un vaso in penombra, ben arieggiato. Vale la stessa cosa anche per il giardino. Il basilico va piantato non sotto il sole diretto ma dove può godere della penombra quando il sole è a picco. Come già detto in estate bisogna innaffiare la piantina almeno due volte controllando prima se è necessario. Cosa vuol dire?

Basilico-Donnapress.it

Non deve essere la piantina a chiedere aiuto mediante foglie nere o gialle, bisogna toccare la terra circostante, se è secca è il caso di dare dell’acqua, se è umida non è necessario. A far morire la pianta è anche l’eccesso di acqua per cui durante la pioggia se il basilico si è bagnato troppo è consigliato metterlo al riparo e poi esporlo al sole per farlo asciugare un po’. Se le foglie sono molto gialle è bene toglierle. Mentre quando si è fuori casa è ovvio che la piantina non può essere abbandonata a se stessa per cui è necessario trovare il metodo per innaffiarla senza dover chiedere favori a qualcuno. C’è ad esempio il metodo della bottiglia rovesciata, oppure vari sistemi di irrigazione a goccia che programmano gli orari ed i giorni, il massimo per contenere il costo delle bollette della luce.

 

Previous articleL’Eredità, concorrente lasciata dal fidanzato: tutta colpa di Flavio Insinna | Pubblico sotto choc
Next articleSara Croce, cosa faceva prima di diventare famosa? Non ci crederete mai
Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.